Servizio di cloud hosting: come e perché sceglierlo

19

Se volete gestire un sito online (e-commerce, blog, ecc.) dovrete affidarvi al giusto servizio di web hosting in base alle vostre esigenze e competenze tecniche.

I piccoli siti possono scegliere l’hosting condiviso; in questo caso, il sito viene ospitato sullo stesso server insieme ad altri siti. I servizi più grandi, come quelli dedicati al gaming, necessitano spesso di un server dedicato; questa soluzione è costosa, anche se estremamente versatile. Tuttavia, i servizi di cloud hosting risultano tra i più venduti e apprezzati, come quelli offerti da EasyCloud.

Il cloud hosting rappresenta un’evoluzione dell’hosting condiviso, molto più sicura sotto vari punti di vista. Il vostro sito, infatti, verrà ospitato all’interno di un cluster di server anziché all’interno di un singolo server fisico.

Perché il cloud hosting è sicuro

Il cloud hosting rappresenta una delle forme di hosting più sicure tra quelle disponibili per diverse ragioni:
– i server fisici sono spesso situati in magazzini inaccessibili alla maggior parte degli impiegati dell’azienda che eroga il servizio;
– i file dei clienti sono criptati e pertanto più difficili da violare per i cracker. Inoltre, un livello di protezione aggiuntivo è offerto dai firewall dal lato software e hardware.
– i servizi vengono aggiornati costantemente, per proteggerli dai malware e virus più recenti. In caso di attacco, la minaccia può comunque essere isolata a un singolo server del cluster.
– i dati dei clienti e degli utenti sono protetti da algoritmi e intelligenze artificiali capaci di identificare potenziali vulnerabilità. Qualora ciò non bastasse, molte aziende che forniscono servizi di cloud hosting assumono degli specialisti in grado di trovare eventuali punti deboli.
– il cloud hosting si basa sul principio della ridondanza. Lo stesso file è disponibile in multipla copia all’interno del cluster di server; se uno dei server finisce offline (per un disastro naturale, un malfunzionamento o un attacco informatico), gli altri server saranno comunque in grado di fornire un backup.

Come scegliere il servizio di cloud hosting

Prima di compiere le vostre scelte, è opportuno imparare un po’ di terminologia oppure affidarsi a uno specialista del settore, soprattutto se il sito da hostare sta registrando un netto aumento di traffico.
Per quanto riguarda i principali criteri di scelta, vale la pena verificare:
– il tipo di prestazioni: la navigazione deve essere agevole e rapida per gli utenti, per non inviarli alla concorrenza. Il servizio deve garantire tempi di caricamento brevi anche durante i periodi di traffico intenso, evitando che le pagine diventino momentaneamente inagibili (downtime).
– la scalabilità: per scalabilità, si intende la possibilità di aumentare o diminuire le risorse a vostra disposizione secondo necessità. Alcuni servizi permettono ai clienti di accedere direttamente ai pannelli di controllo del cloud hosting, così da aumentare o diminuire le risorse (come la memoria dedicata, il tipo di processore impiegato e la larghezza di banda). In base alle risorse impiegate, anche i costi devono alzarsi o abbassarsi di conseguenza.
– il servizio di assistenza: anche i servizi più performanti possono presentare dei problemi e il cliente deve ricevere assistenza il più velocemente possibile per non intaccare la propria immagine agli occhi degli utenti. Alcuni siti riescono a offrire assistenza ogni giorno della settimana, a qualunque ora, grazie a una rete di lavoratori in smart working.