Quando parliamo di massaggio tantra, indichiamo un particolare tipo di massaggio che si basa sulla dottrina indiana del tantra. Questo insegnamento consente a chi lo segue di raggiungere una rinnovata percezione di sé, trasformandosi in positivo per raggiungere la vera via della felicità. Quando la pratica del massaggio si unisce alle basi di questa dottrina, chi la riceve non solo prova un’aumentata percezione sensoriale che lo porta al piacere, ma ne assume la piena consapevolezza.

Come si svolge il massaggio tantrico

A differenza del semplice massaggio, il massaggio tantra https://www.tantradream.it/ non si limita alla sola stimolazione di determinate parti del corpo, ma si compone di un’esperienza più completa che accompagna il ricevente in un vero e proprio viaggio spirituale fino al raggiungimento di uno stato di felicità e di piena consapevolezza di essa.

  • Meditazione: è la prima fase di tutta la pratica del tantra. Prima di ricevere il massaggio tantra, infatti, è necessario raccogliersi per isolarsi da tutto ciò che è esterno e che può influenzare negativamente il percorso che si sta per compiere. In questa fase, ci si isola in un ambiente comodo e silenzioso, si accendono candele e incensi e si recita un mantra accompagnati dal suono ripetuto delle parole che lo compongono. Si potrà cominciare il massaggio nel momento in cui si raggiungerà uno stato psicofisico tranquillo e rilassato.
  • Massaggio: è la fase centrale di tutto il percorso e prevede il vero e proprio massaggio tantra. Questo avviene attraverso una serie di movimenti circolari e lenti che interessano tutte le parti del corpo, a partire dal viso sino alla pianta dei piedi. Durante la pratica si vanno ad individuare e a stimolare i chakra, ossia i punti lungo i quali scorre l’energia vitale. Questi sono situati in diversi punti del corpo e, se attivati correttamente, consentono di raggiungere l’equilibrio fisico e mentale e di riattivare la piena coscienza del sé. Generalmente tutto il massaggio è agevolato dall’uso di oli e unguenti che permettono all’esecutore di scivolare meglio sulla pelle.
  • Rilassamento: terminato il massaggio tantra e riattivati in parte i chakra, arriva il momento di condividere l’esperienza. Il maestro chiede all’allievo di raccontare quelle che sono state le sue sensazioni durante tutto il percorso spirituale e di condividerle con lui. Di solito, il rituale della condivisione viene arricchito con la consumazione di un tè o di una tisana rilassante.

Che vantaggi si hanno da massaggio tantra

Sottoporsi al massaggio tantra genera un notevole numero di benefici che non si limitano solo ai piaceri di tipo corporeo ma interessano anche la sfera emotiva e spirituale. Stimolare i chakra, e liberare l’energia che da questi punti si sprigiona, ha effetti sul corpo che variano in base al punto toccato.

Oggi, in molti associano i benefici di un massaggio tantra al ritrovamento di un’energia sessuale assopita. Va detto, però, che questa accezione è nata in tempi moderni e che la pratica del massaggio tantrico, in realtà, è nata per permettere di ritrovare un benessere globale, che sì interessa anche la sfera della sessualità ma non riguarda solo quella.