Come investire in Borsa ed ottenere profitti elevati? Ecco alcuni importanti consigli per tutti gli aspiranti trader e non solo.

Cos’è la Borsa?

Prima di capire come investire in Borsa dobbiamo avere ben chiaro di cosa stiamo parlando. Partiamo, quindi, dalle basi ovvero dalla definizione di Borsa.
La Borsa o borsa valori è un mercato organizzato e regolamentato in cui avviene la compravendita di vari strumenti finanziari e valute.
Tra gli strumenti finanziari vi sono le azioni (quote di capitale delle imprese che le emettono), le obbligazioni (debiti di imprese e di istituzioni), gli ETF (particolari fondi le cui quote sono scambiate come le azioni) e titoli derivati tra cui i futures, i covered warrant e le opzioni.
Nonostante Borsa abbia come riferimento una città, essa funziona tramite un sistema elettronico, completamente telematico, fatto di terminali ai quali accedono gli intermediari finanziari. E sono proprio questi intermediari finanziari ad essere gli operatori a cui occorre rivolgersi per investire in borsa. Essi sono infatti gli unici a poter accedere al mercato azionario di una borsa regolamentata.

Quali sono le funzioni della Borsa?

La Borsa serve a far incontrare gli attori del mercato, ovvero la domanda e l’offerta, innanzitutto. Un’altra importante funzione è quello di garantire che le operazioni vengano effettuate con trasparenza, correttezza e sicurezza.
Si tratta di funzioni fondamentali, senza le quali il mercato non avrebbe la stessa credibilità e importanza che ha raggiunto passo dopo passo nella sua storia secolare.
Infatti, attraverso la Borsa gli investitori raggiungono titoli che potrebbero offrire benefici al loro capitale, con la possibilità di farlo fruttare con dei tassi superiori alle forme di risparmio.
Dall’altra parte, le aziende raccolgono dei fondi (in cambio di quote azionarie) che utilizzano per le attività produttive, le stesse che poi dovrebbero fruttare risultati economici e quindi contribuire nuovamente a offrire rialzi favorevoli ai possessori di azioni, i quali possono contare anche sui dividendi, laddove staccati.

In che modo si può guadagnare e giocare in borsa con le azioni?

Le modalità di profitto con le azioni sono principalmente due: rialzo del valore del titolo e pagamento del dividendo.
Entrambe le modalità di guadagno sono molto semplici da comprendere, anche se presentano delle sfaccettature a seconda dei casi.
Il guadagno dal rialzo del titolo consente a chi ha acquistato azioni ad un determinato prezzo, di rivenderle al prezzo corrente, più alto. Nel caso in cui le azioni dovessero subire dei ribassi, l’azionista potrà aspettare tempi migliori oppure rivendere con una minusvalenza.
Il guadagno dal dividendo avviene ogni qualvolta la società decida di staccare e quindi pagare il dividendo, cosa che avviene periodicamente, ma che al tempo stesso può anche non avvenire.

Si può investire in Borsa sa casa o con lo smartphone?

La risposta è “Sì”. Tra le varie modalità d’investimento ed uno dei metodi più utilizzati per giocare in Borsa è quello del trading online con i CFD il quale consente di investire in Borsa completamente da casa, senza dover firmare carte presso uffici e che oltre al tempo consente di risparmiare anche sulle commissioni.
La modalità a cui si fa riferimento è quella dell’iscrizione ai servizi di un broker online.
I broker online a cui facciamo riferimento forniscono CFD, ovvero strumenti finanziari con i quali si può negoziare al rialzo e al ribasso su determinati asset sottostanti, tra cui azioni e indici azionari. Il tutto, comodamente dal proprio computer di casa o dal proprio dispositivo mobile (smartphone, tablet ecc.).

Investire in Borsa a breve termine

E’ importante specificare che solitamente per investimento si intende un’attività con un obbiettivo a lungo termine, come ad esempio un anno o più.
Tuttavia, il concetto resta lo stesso anche per il trading online possibile tramite i broker.
Nel trading online, tuttavia, l’operatività ottimale è nel breve termine, da poche ore e arriva a massimo un mese.
Solitamente, tuttavia, è consigliabile chiudere le posizioni nella stessa settimana in cui si aprono. La motivazione è semplice. Tra i pochi costi previsti dai broker online, oltre allo spread di cui vi parleremo nel corso di questo articolo, vi è l’overnight.
Si tratta di un costo che matura alla fine della giornata di contrattazione, dovuto per mantenere la posizione fino alla giornata di contrattazione successiva. Nel weekend, si contano perciò 3 overnight (venerdì sera, sabato sera, domenica sera).
Sebbene siano costi piuttosto bassi, a lungo andare possono pesare sul capitale disponibile, soprattutto quando si tengono aperte numerose posizioni.

Investire in borsa online conviene?

Sebbene dal punto di vista dei costi è sicuramente conveniente giocare in Borsa online, occorre sempre tenere conto dei propri obbiettivi, delle proprie esigenze e soprattutto del proprio tempo e del proprio capitale.
Infatti, se da una parte i servizi tradizionali offerti da banche e società d’intermediazione mobiliare (le cosiddette SIM) hanno costi ben più elevati, dall’altro lato consentono di effettuare un investimento semplicemente mettendo qualche firma e basta.
Al contrario, se decidi di investire in Borsa attraverso il trading l’operatività è autonoma e totale, perciò il trader (l’utente) dovrà aprire e chiudere posizioni prendendo tutte le decisioni in modo autonomo.

Quali sono i vantaggio del trading online?

L’autonomia operativa del trading online comporta comunque alcuni vantaggi. Uno di questi è sicuramente quello di poter decidere il momento esatto di quando aprire una posizione, oppure di quando chiuderla. Fermo restando, s’intende, che il mercato sia aperto.
Si può chiudere una posizione con un clic, istantaneamente, un fattore che quando un titolo inizia a perdere terreno in modo deciso, può salvare da perdite o cali dei profitti.

Un altro vantaggio è la possibilità di creare portafogli molto vari. L’offerta di strumenti negoziabili con i broker online è molto ampia, soprattutto nel caso dei broker più famosi, quelli più grandi.
L’offerta di titoli spazia comprendendo centinaia di titoli di tutti i mercati del mondo, come ad esempio nel caso di Plus500, l’esempio più lampante ma che tuttavia non è l’unico.