Ti sei mai chiesto seriamente che cosa significa far diventare sostenibile la tua azienda? L’estremo bisogno di sostenibilità nell’attuale emergenza inquinamento e surriscaldamento globale interessa tutti, imprese e privati. E’ un impegno che, oltre a ridurre l’impatto sul nostro pianeta, punta al benessere sociale ed economico. Sostenibilità: non si parla d’altro. E’ necessario agire, le parole non bastano più.

Ce ne parla Federico Pucci di Sistemi & Consulenze che si occupa di guidare le organizzazioni nei processi di transizione ecologica e di certificazione ISO 14001.

Cosa si intende per sostenibilità aziendale?

Possiamo rispondere citando i 3 fattori chiave individuati nel 1994 da John Elkington:

  • sostenibilità ambientale che impatta sul pianeta;
  • sostenibilità sociale che interessa le persone;
  • sostenibilità economica che punta al profitto.

Oggi, i consumatori scelgono aziende ecosostenibili ma anche etiche, attente alle persone, alla sicurezza dei lavoratori.  Riguardo alla sostenibilità economica, si preferisce utilizzare termini come crescita, occupazione nel contesto ambientale e sociale.

Stendere un piano aziendale non serve a nulla se non si è pronti al cambiamento. La sostenibilità deve essere un obiettivo reale e misurabile, non un mero strumento di marketing. 

Che cosa significa ‘azienda sostenibile’?

Le scelte di impresa seguono strategie e comportamenti virtuosi.

L’ambiente è lo starter del cambiamento per un’azienda che vuole diventare sostenibile, cui segue l’aspetto sociale ed economico. Modelli, obiettivi, marketing e strategie imprenditoriali sono tutti rivolti alla salvaguardia dell’ambiente.

In senso pratico, tutto ciò si traduce in riduzione dell’impatto dei processi produttivi, realizzazione di prodotti eco friendly che soddisfano in pieno le aspettative dei consumatori finali attenti alla tematica green.

Far diventare sostenibile la tua azienda significa anche conoscere bene la legislazione in materia. L’organizzazione sostenibile non punta al profitto senza tenere conto dell’ambiente e della comunità. Viene premiata generando profitto e risparmio nel modo migliore che si conosca, rispettando il pianeta e le persone.

Come far diventare sostenibile la tua azienda: strategie da adottare

Scegliere di diventare un’azienda sostenibile significa attivarsi oggi per la salvaguardia del pianeta adottando strategie produttive in grado di non generare domani effetti negativi.

Riduzione delle emissioni nocive, riciclo, lotta agli sprechi, potenziamento dell’efficienza energetica.

L’obiettivo di sostenibilità etica deve essere concreto, basarsi su indicatori misurabili e condivisibili, linee guida, leggi e standard nazionali e mondiali.

Come trasformare un’organizzazione in un’azienda sostenibile? Ecco come.

Lotta agli sprechi energetici

Per ridurre le emissioni inquinanti ed ottimizzare l’utilizzo delle risorse, l’azienda dovrà puntare su energie alternative, fonti rinnovabili, dotandosi di pannelli solari o rinnovando del tutto il sistema di illuminazione. in questo modo, da una parte, si riducono gli sprechi, dall’altra, si fruisce anche di sgravi fiscali.

Riduzione dell’impatto ambientale in fase produttiva

L’azienda sostenibile contribuisce affinché si riduca l’inquinamento sul territorio in cui svolge la propria attività. Soprattutto le industrie caratterizzate da lunghi cicli produttivi dovranno provvedere ad immettere aria pulita o bonificare le acque che utilizzano.

Raccolta differenziata ed utilizzo di materiali riciclabili

La riduzione dell’uso di plastica e la raccolta differenziata in azienda sono un’ottima idea oltre che un comportamento virtuoso, soprattutto se coinvolge i lavoratori.

E’ fondamentale utilizzare prodotti di qualità, materie prime realizzate con materiali di riciclo, imballaggi ecologici e riciclabili. L’idea è di immettere sul mercato prodotti di lunga durata o con parti sostituibili. Riparare è meglio che gettare sia per l’ambiente sia per l’economia.

Azienda sostenibile ed etica anche per i lavoratori

Un’azienda sostenibile si occupa della mobilità green dei lavoratori, stimola agli spostamenti utilizzando mezzi pubblici, bici elettrica, car sharing.

Punta anche allo smart working, se possibile, per ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 (anche del 20%).

Trasformarsi in azienda sostenibile grazie alle certificazioni ambientali

L’organizzazione seriamente interessata a diventare un’azienda sostenibile deve valutare l’implementazione di una norma ambientale. Le norme ambientali più implementate sono di tipo gestionale, come la certificazione ambientale ISO 14001, energia, ISO 50001 ed EMAS.

Di prodotto come la certificazione Ecolabel e sul ciclo di vita del prodotto, LCA Life Cycle Assessment. E di impronta ambientale come l’impronta sul carbonio, Carbon Foot Print, o sull’acqua Water Foot Print.

Queste certificazioni ambientali saranno rilasciate da un ente terzo accreditato a seguito della valutazione e verifica dei requisiti richiesti. E valutate periodicamente per il mantenimento delle attestazioni e le valutazioni delle performance ambientali sui requisiti applicati.

Soltanto dopo aver superato un percorso rigoroso, l’organizzazione potrà, quindi,  ottenere e mantenete queste certificazioni che rappresentano anche un riconoscimento di qualità, affidabilità, reputazione, sicurezza per clienti e consumatori finali.