I Mondiali di rugby avranno luogo in Giappone, dal 20 settembre al 2 novembre in 12 diverse città dove sono previste 48 gare.

La Nazionale italiana

La Nazionale italiana, inserita nella Pool B, farà il suo esordio ai Mondiali di rugby contro la Namibia il 22 settembre per poi affrontare il Canada il 26, il Sudafrica il 4 ottobre e la Nuova Zelanda il 12.
La nostra Nazionale, guidata dal ct Conor O’Shea,sta lavorando duramente in terra nipponica dal momento che si troverà a dover affrontare delle sfide per nient’affatto semplici. In particolare parliamo della sfida con la Nuova Zelanda.

A qualificarsi alla fase successiva del torneo saranno le prime due squadre di ogni raggruppamento, mentre la terza acquisisce il diritto di partecipare al prossimo Mondiale, in programma nel 2023 in Francia.

Guardando agli obiettivi della nostra Nazionale, l’Italia non può legittimamente pretendere di arrivare ai quarti di finale, perché per ribaltare delle gerarchie non è sufficiente solo crederci fino in fondo.
Detto questo, bisogna comunque sostenere che gli azzurri possono battere senza problemi Namibia e Canada con ottimo margine. Dunque il primo obiettivo della Rugby World Cup sarà proprio quello di vincere 5-0 entrambe le partite, mostrando solidità e possibilmente un gioco corale di buon livello.
La valutazione complessiva sull’Italia, nonostante le partite proibitive, arriverà in ogni caso anche dopo le partite contro Springboks e All Blacks: nel caso in cui gli azzurri dovessero riuscire a contenere i danni in entrambe le sfide, allora sapremmo che questa squadra e molti di questi giocatori possono avere dei margini di miglioramento.
In caso contrario, dei punteggi pesanti non sarebbero una grande notizia: del resto, solo un anno fa la Nuova Zelanda ha vinto a Roma 3-66, mentre nel 2017 gli Springboks allora di Allister Coetzee (e quindi molto meno pericolosi degli attuali) vinsero 6-35 a Padova dominando fisicamente l’intero match.

Mondiali di rugby in tv

Per quanto riguarda la presenza dei Mondiali di rugby in tv, World Rugby e Rai hanno raggiunto l’intesa per la trasmissione in esclusiva della Coppa del Mondo: l’accordo prevede la trasmissione dei Mondiali di rugby in tv su Raidue delle quattro partite della fase a gironi dell’Italia ed un minimo di diciassette incontri su RaiSport+HD, tra i quali il match inaugurale, i quarti di finale, le semifinali, la finale per il bronzo e la finalissima.

L’albo d’oro dei Mondiali di rugby

Ecco qui di seguito l’albo d’oro delle Nazionali vincitrici delle precedenti edizioni dei Mondiali di rugby.

2015 Nuova Zelanda

2011 Nuova Zelanda

2007 Sudafrica

2003 Inghilterra

1999 Australia

1995 Sudafrica

1991 Australia

1987 Nuova Zelanda