Arredare con il patchwork può essere una soluzione molto divertente per trasformare la vostra casa rendendola più allegra e colorata.
Ecco qui di seguito alcuni suggerimenti da poter seguire.

Arredare con il patchwork

Arredare con il patchwork è senza dubbio un’idea semplice, ma geniale, in grado di donare carattere e molto colore alla vostra casa, donandole allo stesso tempo anche tanta luce ed allegria. Oltretutto si tratta anche di una tecnica abbastanza semplice, anche se richiede tanta pazienza e una buona dose di manualità, che vi permetterà di rinnovare l’aspetto della vostra casa anche con il fai da te.

Di cosa si tratta?

Letteralmente questo termine significa “lavoro con le pezze”. Si tratta, infatti, di un manufatto che consiste nell’unione, attraverso la cucitura, di diverse parti di tessuto per realizzare un oggetto unico e dallo stile molto particolare, spesso caratterizzato da motivi geometrici.
Prima si utilizzava molto il cotone e la lana, poi il patchwork negli anni ha esteso la sua fantasia anche ad altri tipi di tessuti, come la pelle ed il cuoio.

Con la tecnica del patchwork è possibile realizzare veramente di tutto: dalle sedie in patchwork, poltrone in patchwork, le fodere dei cuscini, i copriletto fino alle lampade. Con il patchwork si possono realizzare anche dei quadri in filato che potranno essere utilizzati per impreziosire una parete e renderla originale.

L’idea di base dell’arredare con il patchwork è quella di mescolare tessuti stampati ad arredi a tinte forti per combattere la noia del solito arredamento, dare una sferzata di vitalità alla vostra casa e regalare all’ambiente un’allure originale ed artistica.

Uno degli elementi cardine di questa particolare tecnica è senz’altro la cucitura: è proprio dalle cuciture dei vari lembi di stoffa che si può apprezzare la qualità di un buon patchwork, ma per il resto ci si può sbizzarrire con la fantasia per rivestire poltrone in patchwork, sedie in patchwork, divani, lampade, cuscini e quant’altro.

Ovviamente è sempre bene scegliere fantasie e colori che siano armonici tra loro e con il resto dell’ambiente casalingo circostante: magari scegliere per il salotto un rivestimento di questo tipo negli stessi toni delle tende o delle pareti può contribuire a dare uno stile ben preciso al vostro arredamento. Stessa cosa per gli altri ambienti, anche perchè il patchwork si sposa benissimo con tanti stili, dal country al rustico fino al bohemienne, ma va mixato con cura.