termoventilatore

Siamo ormai entrati nel bel mezzo dell’inverno e con esso sono arrivati il gelo e le temperature basse. Molte volte non si ha la possibilità di possedere un caminetto o dei termosifoni e quindi bisogna trovare una soluzione alternativi. Negli ultimi anni stanno trovando sempre più spazio i termoventilatori portatili, facili da trasportare ma soprattutto da utilizzare.

Le caratteristiche fondamentali ed alcuni consigli

Sul mercato le tipologie di termoventilatori portatili sono veramente tante. La scelta ovviamente si baserà su vari fronti, come la qualità del prodotti, il prezzo ma anche l’ampiezza delle stanze che deve scaldare. Se il termoventilatore dovrà essere utilizzato per un lasso di tempo molto alto allora la scelta dovrà ricadere su un prodotto che sia in possesso della funzione Eco Energy e di più livelli di velocità. Chissà quante volte avrete sognato di tornare da lavoro e trovare la casa calda. Ora si può, perché alcuni termoventilatori portatili hanno la funzione Timer e grazie ad esso potrete inserire l’orario di accensione e la temperatura desiderata. Più grande sarà la stanza e più potenza servirà al vostro termoventilatore. Solitamente, per una camera abbastanza grande, si decide di comprarne uno che abbia almeno 200 watt di potenza.

Il consiglio che vi diamo è quello di acquistare un termoventilatore portatile che sia in possesso di termostato ed antigelo. In questo modo non dovrete utilizzarlo per tutto l’arco della giornata (evitando altri consumi) ma bensì si staccherà in automatico dopo che avrà raggiunto una determinata temperatura. Alcuni termoventilatori sono dotati anche di un display luminoso per essere utilizzati durante la notte. Un accessorio fondamentale è il telecomando, in modo tale che possiate utilizzare il vostro termoventilatore con comodità senza dovervi alzare ogni volta per accenderlo, spegnerlo o regolarlo.

Tra i più utilizzati troviamo i termoventilatori elettrici o ceramico. Quest’ultimi hanno il vantaggio di mantenere il calore più a lungo e di diffonderlo più velocemente all’interno dello stanza. Occhio però a quando decidete di utilizzarlo in bagno, magari durante una doccia. Per utilizzarlo in questa particolare stanza dovrete far attenzione che nella scatola siano presenti le sigle IP21 (resistente a corpi solidi superiori ai 12 mm) e IP24 (resistente agli schizzi d’acqua)

I vantaggi del termoventilatore portatile

Come detto in precedenza il fattore della comodità è senza ombra di dubbio uno dei vantaggi principali. Essere in possesso di un timer o di un semplice telecomando vi sarà infatti molto utile. Qualsiasi modello di termoventilatore portatile però avrà il vantaggio di essere facilmente trasportabile da una stanza all’altra grazie ad una maniglia ed al suo peso leggero. In linea generale anche il suo costo risulta essere abbastanza basso. Il tutto dipenderà dal modello e da tutti i suoi optional ma la spesa non risulterà mai essere eccessiva.