Le 10 migliori saghe fantasy di tutti i tempi

37
Le saghe fantasy sono da sempre le più apprezzate nel mondo della lettura, principalmente perché rientrano tra i generi più coinvolgenti, capaci di trasportare il lettore in mondi fantastici e lontani. Scopriamo quindi insieme quali sono le 10 saghe fantasy migliori di tutti i tempi.

Harry Potter (J. K. Rowling)

Tra le saghe di genere fantasy più note e apprezzate, sia dai ragazzi che dagli adulti, vi è indubbiamente quella scritta da J. K. Rowling: Harry Potter. Composta da sette libri (in ordine: Harry Potter e la Pietra Filosofale; Harry Potter e la camera dei segreti; Harry Potter e il prigioniero di Azkaban; Harry Potter e il Calice di Fuoco; Harry Potter e l’Ordine della Fenice; Harry Potter e il Principe Mezzosangue; Harry Potter e i Doni della Morte), parla di un ragazzo che scopre di essere un mago all’età di undici anni. Tra amicizie, una scuola di magia chiamata Hogwarts, nemici pericolosi e tante sfide da affrontare, questa saga è un’evoluzione continua di sorprese e mistero, perfettamente in grado di tenere il lettore incollato alle pagine dall’inizio alla fine.

Il Signore degli Anelli (J. R. R. Tolkien)

La saga del Signore degli Anelli rappresenta un vero e proprio pilastro del genere fantasy. Essa è suddivisa in tre parti: La compagnia dell’anello; le due torri; il ritorno del Re, e in commercio è possibile trovarle separate in diversi volumi, oppure raccolte in un solo libro, come quello dell’edizione Bompiani, una delle più amate nel settore.
La saga è ambientata in un mondo di fantasia, la cosiddetta Terra di Mezzo, popolata dalle creature più variegate. Tra queste Hobbit, nani, elfi, orchi e umani. Narra della storia di sette anelli del potere, forgiati dall’oscuro Sauron e di come ne sia rimasto uno solo. La vicenda ruota attorno all’anello e alle meravigliose avventure di piccoli e coraggiosi Hobbit.

Le cronache del ghiaccio e del fuoco (George R. Martin)

Le cronache del ghiaccio e del fuoco, o più comunemente nota come Il Trono di Spade, ha un’ambientazione fantasy-medievale ed è una delle saghe più amate e acclamate degli ultimi anni. Attualmente si compone di cinque libri (in ordine: il gioco dei troni; uno scontro di re; una tempesta di spade; un banchetto per i corvi; una danza con i draghi) ed è ancora in corso di stesura.
Intrighi, guerre, amori, lotte tra famiglie e sete di potere sono ciò che maggiormente caratterizza questa saga che si sviluppa in due continenti: Westeros ed Essos.

La saga di Mistborn (Brandon Sanderson)

Per gli amanti dell’ambientazione post-apocalisse, questa saga, ricca di suspense e di colpi di scena, è indubbiamente considerata tra le dieci migliori del genere fantasy.
Un evento inspiegabile ha colmato il cielo di nuvole piene di cenere, contaminato le terre di nebbia e donato al sole un sinistro tono scarlatto. Il sovrano di questo mondo è un tiranno dotato del dono dell’immortalità e di poteri stratosferici, a cui il popolo prigioniero deciderà infine di ribellarsi.

Le Cronache di Narnia (C.S. Lewis)

Composta di tre volumi, la saga in questione è ormai considerata un’istituzione del fantasy, apprezzata da grandi e piccini. L’autore, particolarmente acclamato per il suo stile di scrittura, narra di un mondo fantastico a cui è possibile accedere tramite un armadio. I protagonisti, immersi in quest’ambientazione tutt’altro che idilliaca, dovranno cercare di salvare il regno dal dominio di una tiranna.

La prima legge (Joe Abercrombie)

La prima legge tratta di un guerriero, noto col termine di Sanguinario, che sarà costretto a vivere un viaggio piuttosto complicato verso quella che è definita Unione. Sarà in compagnia di un mago e del suo apprendista e con loro assaporerà intrighi e battaglie.

Le cronache di Ambra (Roger Zelazny)

Ricca di mistero, questa saga racconta del principe dell’universo Ambra, che si desta all’ospedale senza avere memoria della sua vita. Dovrà affrontare molti pericoli per tentare di riconquistare il proprio legittimo trono.

Nevernight (Jay Kristoff)

Nevernight racconta la storia di una sedicenne, un’assassina di malfattori e assassini, costretta ad un’esistenza di fuga e di vendetta. Tre sono i volumi della saga: Mai dimenticare; i grandi occhi; alba oscura.

Macchine mortali (Philip Reeve)

Composta da quattro libri, la saga in questione è perfetta per tutti coloro che amano le ambientazioni futuristiche. La guerra ha portato con sé morte e cambiamento e i paesi hanno assunto la forma di giganteschi ingranaggi che vagano per la terra cercando altri paesi di cui cibarsi.

Hunger Games (Suzanne Collins)

Da ultimo ma non meno importante, l’iconica saga Hunger Games, dai tratti post apocalittici: dodici sono i distretti rimasti al mondo e Panem, città che a differenza di quest’ultimi vive nel lusso, organizza dei giochi annuali dove è previsto un solo vincitore: un ragazzo o una ragazza che, gettato nell’arena, dovrà battersi all’ultimo sangue.