Capo Verde è un arcipelago di dieci isole di origine vulcanica situato al largo della costa occidentale dell’Africa settentrionale, nell’Oceano Atlantico. Gode di un clima caldo tutto l’anno ed è per questo adatta a quel tipo di turista che ama il sole, il caldo e le spiagge in ogni stagione.

I panorami di Capo Verde offrono colori intensi e sono molti diversi da un’isola all’altra. Pressoché desertiche le isole al nord (Sal, Boavista, Santo Antao, Sao Vicente, Sao Nicolau), dette isole sopravvento, con una scarsa vegetazione, lunghe distese di sabbia e dune dai colori dorati, paesaggi lunari e selvaggi. Le isole più a sud (Santiago, Maio, Fogo, Brava), dette sottovento, sono invece caratterizzate da rilievi alternati a vallate, coste frastagliate, il vulcano di Fogo e una vegetazione più ricca.

Il clima di Capo Verde: qual è il periodo migliore

Il clima di Capo Verde è di tipo tropicale secco con temperature alte tutto l’anno (24°C a gennaio e 30°C a settembre), scarse precipitazioni e una temperatura dell’acqua del mare quasi sempre gradevole, tra i 24°C di marzo ed i 28°C di ottobre. Durante i nostri mesi invernali i venti che soffiano costantemente da nord-est possono rendere alcune giornate particolarmente fresche, soprattutto per chi ama una vita da spiaggia, i bagni in mare infatti possono risultare freddi nei mesi da febbraio a maggio.

Le isole di Capo Verde sono divise in due gruppi, quelle sopravvento a nord con un clima quasi desertico e quelle denominate sottovento al sud un po’ più piovose perché meno esposte ai venti, con precipitazioni comunque non intense che si concentrano con valori davvero minimi nei mesi tra agosto ed ottobre. In questi mesi le temperature sono anche molto alte e l’aria diventa afosa.

I venti soffiano intensi sulle isole di Capoverde durante tutto l’arco dell’anno. Si passa dai 28 km/h dei mesi tra gennaio e maggio, per poi ridursi fino a 19 km/h durante il mese di settembre. Non sono escluse raffiche di vento forte anche durante i mesi estivi, anche se sono più probabili durante l’inverno. La direzione dei venti nei periodi più intensi arriva da nord-est pertanto le zone meridionali sono le più protette e hanno temperature leggermente più alte, un paio di gradi in più rispetto alle isole del nord.

Il periodo migliore per un viaggio a Capo Verde va da novembre a luglio, per evitare il periodo afoso tra agosto ed ottobre. Per chi ama la spiaggia e le acque dell’oceano è preferibile andare a Capo Verde durante i nostri mesi estivi. L’inverno è ideale per una pausa dai nostri climi freddi.

Cosa vedere a Capo Verde

Capo Verde, con le sue isole sorelle, offre episodi di storia locale e coloniale, spiagge dorate e acque cristalline, monumenti naturali ed architettonici, ma pure mercati e divertimento. Qui, dove la cultura europea e quella indigena si mescolano, ecco i luoghi più importanti da visitare.

La capitale Praia, Isola di Santiago

Piazza XII Settembre è il cuore pulsante dell’Isola di Santiago. La sera la piazza ospita musica e divertimento.
Il Museo Etnografico è il simbolo della colonizzazione portoghese dell’arcipelago. Insieme al Palazzo di Giustizia e a quello comunale, custodisce la memoria storica degli abitanti. Inoltre, da Praia spostarsi verso le altre isole è molto semplice, grazie ai mezzi marittimi della compagnia Fast Ferry che garantiscono i collegamenti. Suggeriamo comunque l’utilizzo degli aerei per gli spostamenti, dato che i collegamenti via mare non sono affidabili in termini di orario.
Il Faro di Maria Pia, a Ponta Termosa, è un luogo suggestivo. L’importanza affidata a questo faro dagli abitanti ci ricorda dello stretto rapporto che lega l’uomo al mare.

Vulcano Pico do Fogo, Isola di Fogo

A 2.829 metri di altezza, ci troviamo sulla vetta più alta di tutto l’arcipelago. Una meraviglia per gli appassionati che potranno visitare uno stratovulcano attivo, con fessure eruttive lungo i suoi fianchi. É possibile svolgere visite guidate. L’ultima eruzione risale al 2014.

Calheta Funda, Isola di Sal

In pieno Oceano Atlantico, questa ampia caletta offre un paesaggio da sogno. Un fiume costeggia la spiaggia a sud, all’interno di un’area distante dalle zone affollate, all’insegna del relax.

Fortezza Reale di San Filippo, Cidade Velha, Isola di Santiago

Dal 2009, insieme alla città che la ospita, fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Questa imponente struttura è testimone di assalti militari, d’insurrezioni corsare e di racconti pirateschi. Tanto importante per la sua posizione strategica da suscitare l’interesse (militare) di portoghesi, inglesi e francesi.

Isola di Sâo Vincente

Questa isola è consigliata per gli amanti della vita notturna e del divertimento. Nella città portuale di Mindelo trovate discoteche, pub e anche le migliori spiagge! Se andate a febbraio, approfittatene per vivere la versione locale del carnevale brasiliano.

Isola di Boa Vista

Questa piccola isola è l’ideale per gli appassionati di kitesurf e windsurf, che possono godere delle correnti e dei venti dell’oceano. Oltre ad offrire le spiagge incontaminate, Boa Vista è conosciuta per il suo entroterra desertico, tutto da esplorare. Dalla città di Sal Rei partono numerose escursioni e safari fotografici.
Inoltre qui si trova il relitto della nave Cabo Santa Maria, naufragata nel 1968 proprio nella spiaggia di Atalanta, nell’Isola di Boa Vista.

Isola di Sâo Nicolao

Capo Verde soddisfa anche gli amanti dell’altitudine. Per trascorrere una giornata fuori dal coro, potete raggiungere le dorsali montuose di quest’isola, fino a Monte Gordo, a 1.312 metri d’altezza.