Il divano letto è l’arredo salvaspazio per eccellenza. Questo rappresenta la miglior soluzione per avere dei posti letto in più quando lo spazio è scarso.

Dunque, se vi piace ospitare amici e parenti ma non avete una camera per gli ospiti, il divano letto è senza dubbio la soluzione ideale. Può capitare, però, che in alcuni casi il divano letto sia utilizzato come letto principale: accade soprattutto nei monolocali, nelle case di vacanza o negli appartamenti in cui non c’è una cameretta per i figli.
Il divano letto risulta in ogni caso utile in ogni casa, per cui si può optare per questa soluzione anche per l’unico divano presente in soggiorno.

Lo spazio per il divano letto

Quando decidete di acquistare un divano letto è importante fare attenzione alle misure ed al posto in cui volete metterlo. Infatti, a differenza del divano tradizionale in questo caso bisogna tenere in considerazione non solo le sue misure da chiuso, ma anche quelle che avrà una volta aperto.
A parità di dimensioni della rete, i divani letto possono essere più o meno grandi a seconda dell’ingombro di braccioli e schienale. Proprio per evitare questo problema esistono in commercio anche divani senza braccioli che una volta aperti occupano davvero poco spazio, circa 160 x 200 cm.
Inoltre, bisogna anche considerate lo spazio necessario per entrare e scendere dal letto con comodità, oltre che per rifarlo.
Generalmente si calcola uno spazio di almeno 50 cm ai lati dei braccioli, sufficiente per garantire una certa autonomia di movimento.

Tipologie di divano letto

Le varie tipologie di divani letto si distinguono principalmente per il numero di posti letto offerto e per la forma della seduta. Infatti è possibile trovare:

• divani con letti a uno o due posti
• divani letto da 2 o 3 posti
• divani letto angolari
• divani con letto a castello
• divani con penisola.

In quest’ultimo caso, la penisola può offrire un ulteriore posto letto supplementare.

Sistema di apertura del divano letto

A differenziare ulteriormente i divano letto vi è il meccanismo di apertura, il quale può essere:
• ad estrazione
• a fisarmonica
• a ribalta
• a libro (detto anche a clic clac)
• a cassetto.

Il sistema più classico è quello ad estrazione per il quale, dopo aver tolto i cuscini della seduta, il letto si apre estraendo la rete ed il materasso collocati sotto la seduta e piegati in tre parti.
I divani con l’apertura a fisarmonica sono piegati in tre parti: due schienali (quello visibile e quello posteriore) e una seduta. Nel momento in cui viene tirata in avanti la seduta il materasso si distende e si dispiega completamente il letto. Solitamente questo modello non presenta braccioli.
Il meccanismo a ribalta, invece, si apre appunto ribaltando la seduta del divano e inserendola, insieme allo schienale, nel vano sottostante.
Il sistema a clic clac permette di ricavare un posto letto dallo schienale e dalla seduta che si aprono con un sistema di bascule.
Infine, il divano con il letto a cassetto è ormai poco diffuso, perché piuttosto scomodo. Consiste, come dice il nome stesso, nell’inserimento di un letto in un cassettone sottostante la seduta, da estrarre all’occorrenza.
La scelta della tipologia di meccanismo dipende soprattutto dall’utilizzo: se prevedete un uso molto frequente del divano, magari quotidiano, è fondamentale scegliere il meccanismo più pratico e veloce possibile.

Rete e materasso del divano letto

Rete e materasso nella maggior parte dei casi sono compresi nell’acquisto del divano ma è importante sceglierli attentamente dal momento che è da essi che dipenderà la buona qualità del sonno.
I migliori supporti sono quelli con doghe in legno. Questo tipo di rete è da preferire a quella in maglia metallica in quanto questa si deforma con facilità, soprattutto nei punti in cui il peso del corpo è maggiore, facendo formare degli avvallamenti.
Per quanto riguarda il materasso, questo è diverso da quello di un letto tradizionale: più sottile ma anche più rigido. Il suo spessore è infatti di solito intorno ai 10 cm. Questo per evitare di rendere complicata l’operazione di chiusura.
I materassi più diffusi sono quelli in poliuretano oppure in lattice, da preferire nella versione anallergica e antibatterica.

Come scegliere il divano letto

Al momento di acquistare il divano letto la prima variabile da tenere in considerazione è sicuramente quello della frequenza d’uso. Se questo verrà utilizzato spesso sarà importante soprattutto scegliere un meccanismo di apertura comodo e reti e materasso confortevoli. Nel caso contrario dovrete preoccuparvi di più del suo ruolo di seduta dal momento che verrà prevalentemente usato in questo modo.
Uno dei problemi legati all’utilizzo del divano letto dove conservare coperte, lenzuola e cuscini, quando non è aperto. Sul mercato esistono alcuni divano letto provvisti di appositi scomparti o cassetti per riporli. Questa potrebbe essere quindi una importante discriminante al momento della scelta.